MONITORAGGIO DELL’ENERGIA

MONITORAGGIO CONSUMI ELETTRICI E TERMICI CON RILEVAMENTO DEGLI SPRECHI

SISTEMI DI MONITORAGGIO DELL’ENERGIA PER L’IMPRESA E IL RESIDENZIALE

Un’impresa che adotta soluzioni di efficientamento energetico per abbattere i consumi, riesce a migliorare la propria competitività sui mercati.

Termogea offre strumenti per il monitoraggio energetico come supporto alle attività di Energy management dell’impresa. Con la piattaforma in cloud Termogea, che offre una dashboard configurabile, è possibile misurare i consumi elettrici, di acqua, di energia termica o frigorifera, ecc. Grazie al protocollo di comunicazione standard Modbus utilizzato dalle centraline che raccolgono i dati è possibile collegare strumenti di misura di terze parti.

Qualora l’impresa disponga di misuratori propri, la soluzione Termgoea permette di interfacciarsi con le principali tipologie di meter disponibili sul mercato.
I dati raccolti vengono mostrati grezzi oppure processati per facilitarne l’analisi.

Sistemi di monitoraggio dell'energia termica in cloud.

LA PIATTAFORMA IN CLOUD TERMOGEA

IL SISTEMA PERMETTE DI:

  • Semplificare la raccolta e l’analisi dei dati grazie alla grafica di facile comprensione.
  • Registrare costantemente i parametri desiderati ed impostare delle soglie per ogni singola utenza monitorata. In questo modo è possibile identificare automaticamente le deviazioni eccessive dai valori attesi.
  • Ridurre i consumi tramite blocchi automatici attivati al superamento delle soglie impostate.
  • Integrare impianti di produzione energetica (fotovoltaico).
  • Combinare dati diversi per analisi più complesse.
  • Fornire notifiche automatiche che identificano opportunità di efficientamento.
  • Creare report personalizzati.

INCENTIVI FISCALI PER LA TRANSIZIONE 5.0

Il sistema Termogea accede agli incentivi fiscali della Transizione 5.0.

La riduzione dei consumi energetici è una delle condizioni fondamentali per poter accedere ai crediti d’imposta del piano Transizione 5.0.

All’aumentare della riduzione dei consumi salirà di conseguenza anche il bonus riconosciuto, fino ad un massimo del 45% delle spese.